27 Ago 2020

Una nuova tavola da surf motorizzata potrebbe essere il futuro degli sport acquatici: si chiama Fliteboard ed è una tavola da surf installata su un mini aliscafo. Quando la si utilizza, si avrà la sensazione di volare sopra le onde, a circa mezzo metro al di sopra la linea di galleggiamento. Questo prodigio è stato realizzato da David Trewern, fondatore e CEO australiano di Fliteboard, che ha trovato ispirazione dall’amore per gli sport acquatici, in particolare surf e kitesurf. Fliteboard è realizzato in fibra di carbonio, acciaio inossidabile e alluminio aeronautico. Un telecomando bluetooth portatile ne controlla la velocità e, grazie a un motore elettrico compatto, Fliteboard è silenzioso, privo di emissioni e di scie.

La batteria viene estratta tramite una maniglia e collegata a un caricabatterie da parete, che può caricarla al 100% in poco più di due ore. Trewern ha un lungo passato nel mondo del design, non a caso il suo primo lavoro riguardava la progettazione grafica per diversi clienti in un’agenzia digitale.

Nonostante possa sembrare difficile da padroneggiare, Fliteboard è perfetto per essere utilizzato da tutti, surfisti principianti ed esperti. Per quanto riguarda la velocità di Fliteboard, ovviamente essa dipende dal peso della persona che lo utilizza: più pesante è il pilota, più la batteria deve lavorare per spingerlo. In media, una persona di 85 kg può percorrere circa 25 km con una sola carica della batteria e la velocità massima di Fliteboard è di 36 km all’ora.