21 novembre 2016

Bard è un pouf in finto cemento che rievoca l’ambiente urbano, ma che, al di là delle apparenze, si inserisce perfettamente in un ufficio o in un ambiente domestico.
Disegnato da Giulio Iacchetti per Internoitaliano, il pouf ha una linea originale che reinventa giocosamente lo spartitraffico progettato da Enzo Mari per gli spazi urbani milanesi.

design-urbano

Trasporre forme, componenti ed oggetti industriali nell’arredamento degli interni non è ormai così inconsueto; da qualche anno, l’interior design afferma un nuovo concetto estetico che valorizza la fusione tra texture industriali e tecnologie d’avanguardia.
Protagonista della moderna tendenza è il cemento, materiale simbolo dell’architettura del XX secolo, che il designer propone in una veste singolare, soffice e leggera.

salone-del-mobile

 

Bard: un ironico pouf in finto cemento

Presentato al Salone del Mobile 2014, Bard ha una struttura in multistrato di faggio, imbottitura in poliuretano espanso e rivestimento in lycra con stampa che riporta la texture del cemento. Il pouf nasce come omaggio alla città di Milano; forma e texture riprendono, infatti, quelle dei dissuasori della sosta in cemento a forma di “panettone”, distribuiti tra le strade metropolitane.
L’allusione è ironicamente giocata sul tema della comodità: un oggetto per antonomasia scomodo e respingente diventa morbido e, quindi, attraente.