14 dicembre 2015

Stanno aprendo ormai in tutte le città europee, trainati dalla moda più cool del momento, negozi che sembravano ormai destinati all’estinzione: i barbieri per uomo o, più precisamente, i cosiddetti “hipster barber shop”, nuova veste stylosa e retrò delle classiche barberie di una volta.

Se improvvisamente sotto casa trovate un delizioso negozietto vintage, ma invece di scorgere vestiti o oggetti ricercati, vedete un energumeno tatuato impegnato a regolare barba e capelli, con schiuma da barba rigorosamente Proraso e rasoio manuale, ad un trentenne altrettanto tatuato e barbuto… tranquilli, anche da voi è ufficialmente arrivata la hipster mania.

decori-vintage

Chi sono questi hipster che popolano ormai i nostri quartieri? Esponenti di una sottocultura urbana, ormai diffusissima, che si contraddistingue soprattutto per scelte prettamente edonistiche, quali abbigliamento, cura del look e l’esibizione di oggetti feticcio, come occhiali di tartaruga, papillon, bretelle e calzini che spuntano da pantaloni “acqua in casa”.

Si rifanno alle origini del termine hipster, ossia quando, negli Stati Uniti degli anni Trenta, furono etichettati così i bianchi che amavano il jazz e che seguivano le mode dei musicisti di colore. Nella realtà contemporanea incarnano più stili, oltre alla barba amish, si riempiono di tatuaggi di tipo marinaresco, richiamando i rockabilly degli anni Cinquanta.

Non esprimono ideali politici specifici, ma piuttosto portano avanti scelte di vita ben precise: cibo biologico, mobilità ecosostenibile anche in città, amore per l’arte e, per gli uomini, ossessione per barba, baffi e capelli.

Barbe lunghe in stile Ottocento e perfettamente proporzionate, baffi a timone e capelli impomatati dovranno pure essere curate, ed ecco il proliferare di barbieri specializzati. A Milano sono ormai una realtà consolidata, con barber shop pionieri come Womo Store, ormai catena di successo diffusa anche in altre città.

I barber shop devono rispecchiare il lifestyle dei loro frequentatori, e sono allestiti prevalentemente scegliendo tra due ispirazioni: rifacendosi alle vecchie barberie degli anni trenta, quindi con un forte spirito nostalgico e d’altri tempi, oppure seguendo il mood degli anni Cinquanta e Sessanta, con elementi di modernariato come lampade, vecchi giradischi, manifesti pubblicitari dell’epoca.

Lampcommerce è un sito di e-commerce per trovare lampade di alto design per l’allestimento di negozi come questi, votati alla ricerca di uno stile originale e vintage. La cura dei particolari, la bellezza dei fattori che compongono l’arredamento e la loro coerenza stilistica sono fattori caratteristici per creare quell’atmosfera di altri tempi, che tanto piace agli hipster. Via libera quindi al modernariato, alle forme semplici e pulite che riportano ad atmosfere pacate e rilassate, come quando il barbiere era un rito maschile consolidato, per curare se stessi e il proprio aspetto sotto le mani esperte di professionisti.

Flos è una marchio che ha fatto del legame con il passato la chiave di successo. Nato negli anni Sessanta, ha prodotto opere dei migliori design italiani ed è diventato un esempio del design industriale Made in Italy, conosciuto in tutto il mondo. Le lampade storiche del marchio sono sempre le più ricercate del catalogo. La riconoscibilità dei pezzi unici, al pari di opere d’arte, è entrata nell’immaginario collettivo, popolando non solo dimore famose o showroom d’alta moda, ma anche musei ed esposizioni.

lampadina-tavolo

Lampadina è il pezzo di design forse più conosciuto di Flos, creata dal designer Achille Castiglioni per Flos nel 1972. Una lampada da tavolo essenziale, dove ironia e leggerezza si coniugano perfettamente allo stile hipster.

design-anni-60

Un’altra lampada simbolo del design anni 60, Viscontea di Flos, trova perfetta sistemazione in ambienti vintage come le barberie di una volta. Una creazione che ammalia con la sua luce setosa e dona all’ambiente quella patina di vissuto che tanto piace agli hipster.

Cari maschietti, consigliamo sicuramente l’esperienza di piacevole attenzione e benessere che questi rinnovati barbieri possono offrire non soltanto con forbici e gelatina, ma anche grazie all’atmosfera che sanno ricreare, tanto da diventare veri e propri punti di ritrovo per la popolazione hipster.

Se però la barba non vi dona proprio, ecco qui una simpatica soluzione per non rinunciare ad essere dei veri hipster!