5 Ago 2019

Al giorno d’oggi lavorare da casa è ormai diventata un’esigenza diffusa, ma un po’ perché le abitazioni moderne hanno dimensioni ridotte, risulta difficile ricavare uno spazio adeguato dove poter lavorare in serenità.

Decidere di spostare l’ufficio tra le pareti domestiche non è mai cosa semplice, a maggior ragione se non si ha a disposizione una stanza da dedicare esclusivamente all’attività lavorativa: gli spazi in casa sono sempre più razionalizzati e dunque risulta necessario concepire un angolo uffici che sia confortevole, funzionale ed esteticamente in armonia con l’ambiente nel quale si colloca.

Fortunatamente vengono in soccorso soluzioni e complementi capaci di rendere l’ambiente stimolante e creativo. Scopriamoli insieme!

Piccolo, ma con stile

Sebbene non sempre si ha la possibilità di creare uno studio in casa, non c’è da abbattersi perché questo non significa dover rinunciare all’idea di avere un angolo ufficio tra le mura domestiche. La cosa importante è che sia comodo, ben illuminato e dotato di comfort come mensole e cassetti: che sia nel soggiorno o nella zona notte, l’home office deve essere ben integrato nell’ambiente. Scegliere quindi colorazioni neutre per gli arredi, in maniera tale da non balzare agli occhi dell’osservatore e che si abbinino con il resto della stanza. Se si preferiscono i contrasti, magari per sottolineare la divisione degli spazi in mancanza di pareti.  Se si è in presenza di ambienti molto ridotti, si può valutare l’idea di adottare soluzioni “a scomparsa” per usufruire del proprio home office solo al momento del bisogno.

Le pareti amovibili

Dicevamo, se l’ambiente dove creare l’home office è di piccole dimensioni, si possono prendere in considerazione le paretine divisorie mobili per organizzare gli spazi e ottenere una maggiore privacy all’interno di un ambiente. Queste pareti, molto simili a paraventi, non oscurano lo spazio grazie all’utilizzo di particolari materiali come il metacrilato, che consente alla luce di penetrare senza impedimenti.

Queste paretine possono essere personalizzate, ovvero partire da un modulo base che può essere integrato con uno o più moduli aggiuntivi.

Ovviamente, se si vuole ripristinare lo spazio originario, basterà spostare la paretina nel punto desiderato o rimuoverla completamente.

Piccole librerie

Le librerie piccole e salvaspazio sono ideali per gli amanti della lettura e per chi desidera organizzare cornici, vasi e piccoli oggetti personali all’interno dei propri ambienti. Queste librerie di piccole dimensioni possono essere personalizzate in base alle proprie esigenze, in altezza, sui lati e con mensole. Esistono poi delle mini librerie più vicine ai giardini verticali che a vere e proprie librerie: sono concepite per integrare la natura all’interno di studi e uffici, ma anche su balconi e terrazzi, per ottimizzare lo spazio dedicato al verde.

Le piccole librerie inoltre sono modulari, riuscendo a arredare dagli spazi più angusti alle pareti intere, anche nelle versioni autoportanti e quindi perfette per separare un angolo uffici a casa propria

Spazi sorprendenti

Uno degli anfratti di casa meno sfruttati e dove poter creare un ufficio, è il sottoscala, dove le possibilità di ottimizzazione degli spazi sono sorprendenti, a cominciare dal piano di lavoro fissato direttamente alla parete. Ovviamente, ci sono degli elementi essenziali ai quali non si può rinunciare come una comoda sedia, cassetti e ripiani, ma l’importante è che lo spazio sia concepito per essere comodo e in armonia estetica con lo spazio circostante. Quindi si consigliano toni neutri per chi ama l’equilibrio allo stato puro, mentre coloro che amano evidenziare singole zone della casa, possono lasciarsi andare con i toni accesi. Infine, si può considerare l’idea di creare una parete lavagna, seppur piccola: quest’idea è pratica e originale, realizzabile acquistando la vernice lavagna nera in ferramenta e qualche gessetto. Tuttavia, bisogna tenere a mente che lo spazio al di sotto della scala raramente è ben illuminato dalla luce naturale, di conseguenza è opportuno tenere presente questa caratteristica.

Home office integrato

Se si ha una parete attrezzata, è possibile creare uno spazio di lavoro all’interno di essa, in librerie o nella boiserie a tutta altezza, centralmente o su uno dei due lati della struttura, purché siano sempre omogenee con il sistema di arredo. In questo modo si ottengono ancor di più una continuità stilistica e un effetto pieno omogeneo. Adottando questa soluzione, laddove sia possibile, si avrà il vantaggio di ricavare maggior spazio a favore della parte centrale della stanza, creando un open space centrale.